fbpx

CALLE GIGLIO BLU

Ti ruberò la notte, questa volta non andare via,

ti stringerò la mano per tenerti ancora al cuore mio.

I miei fardelli adesso sono liberi da nostalgia,

tu libera la mente e sorridi alla vita mia.

I nostri sogni sono come venti di brezza ormai,

alleviano i dolori dai pericoli negli occhi miei.

Non ti stancare mai di vedere le mie lacrime,

sono come gocce di rugiada per le calle giglio blu.

In tanti dicono che vedono te in me,

confondono sicuro le mie mani con le mani tue.

Disegnano la vita come gli hai insegnato tu,

colorano il sole con gli occhi dal verde al blu.

Perdonami se questa volta non ti faccio andare via,

un tuo secondo è per me un anno o molto più.

In questa vita non ci siamo detti neppure ciao,

nell’altra dimensione voglio chiederti un bacio e poi

Sorriderò, perché tu sei la vita.

Sorriderò, perché con te non è finita.

Sorriderò, perché la mia vita è la tua vita.

Sorriderò e brinderemo, prosit a vita.

Ho provato a seguire le tue orme andando via,

ma poi ritornerò a casa come promesso e sia.

Chissà se come un tempo tu fischietti e dici ciao,

ai volatili che con rispetto, rispondevano al cuor tuo.

E se ti chiedo ancora perché tu non resti qui con me,

sicuramente mi ricorderai che non sei nato Re.

In questa vita non ci siamo detti neppure ciao,

nell’altra dimensione voglio chiederti un bacio e poi.

Sorriderò, perché tu sei la vita.

Sorriderò, perché con te non è finita.

Sorriderò, perché la mia vita è la tua vita.

Sorriderò e brinderemo, prosit a vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top